Memoria di Santa Geltrude Comensoli – Vespri e Messa ai Celestini

0
131

Martedì 18 febbraio ricorre la memoria di Santa Geltrude Comensoli, fondatrice delle Suore Sacramentine. Nella nostra parrocchia le Suore sono presenti con l’Istituto ai Celestini, nella direzione della scuola dell’Infanzia don Garbelli e per il Catechismo all’Oratorio.

Martedì 18 febbraio in programma, per la ricorrenza, nella Chiesa di San Nicola, in via Celestini: alle ore 18:10 i Vespri e alle 18:30 la celebrazione della Messa in onore della Santa, presiede il parroco di S. Caterina, mons. Pasquale Pezzoli.

La partecipazione è aperta a tutti.

 

Santa Geltrude Comensoli

Nata a Bienno, in provincia di Brescia, il 18 gennaio 1847 Caterina Comensoli rivela fin da bambina la sua sensibilità eucaristica, ricevendo la prima Comunione a soli sette anni. Cresciuta nella Compagnia di Sant’Angela Merici, intorno ai vent’anni inizia a lavorare come domestica. Matura uno sguardo attento ai bisogni educativi della società del suo tempo. Guidata da un sacerdote bergamasco, san Francesco Spinelli, intorno alla fine degli anni Settanta matura un progetto: creare un istituto di suore votate all’educazione femminile che trovino nell’Eucaristia la propria fonte. Le Suore Sacramentine nascono nel 1882 e la fondatrice sceglie per sé il nome di Geltrude. Dal primo nucleo di Bergamo l’istituto si espande alle altre città della Lombardia e del Nord Italia. Madre Comensoli muore il 18 febbraio 1903, tre anni prima del riconoscimento pontificio delle Suore sacramentine. Nel 1989 Giovanni Paolo II la proclamerà Beata e il 26 aprile 2009 Benedetto XVI la proclama Santa.