Risuona nel Borgo l’Inno alla Madonna Addolorata

0
736

Foto: Alessandro Bottelli con monsignor Giuseppe Liberto.

In questi giorni di Festa per l’Apparizione risuona nel Borgo la dolce melodia dell’Inno “Alla Madonna del Santuario di Borgo Santa Caterina” eseguita dall’organico delle campane del Santuario e come brano di accompagnamento alle celebrazioni eucaristiche.

L’Inno è stato composto nel 2013 dall’artista bergamasco del nostro Borgo Alessandro Bottelli. Le musiche dell’Inno sono di monsignor Giuseppe Liberto, già direttore della Cappella Musicale Pontificia Sistina.

Bottelli si è ispirato alla figura materna di Maria come Madre di tutta la comunità. Il canto è composto per la preghiera del popolo.

 

ALLA MADONNA DEL SANTUARIO DI BORGO SANTA CATERINA

Inno per musica

 

Tu, dolce custode del Figlio,

di tutti sei Madre celeste.

Ascolta le nostre richieste,

aiutaci, porta consiglio. Rit.

 

Rit. Risuoni nel tempio il mio canto,

o Vergine, mistico vanto.

Un giorno, qui al Borgo, dal cielo,

mostrasti l’Amore più vero.

 

Preghiera vivente di Dio,

sostegno all’anziano e al malato,

avvolgi in un sonno beato

il pianto che scuote il bambino. Rit.

 

Trattieni nel grembo le voci

di chi, con fiducia, t’implora.

Conforta, materna Signora,

gli oppressi da colpe e da croci. Rit.

 

Tra i giovani semina pace,

si liberi il cuore dal ghiaccio.

Accogli, in un unico abbraccio,

chi muore, chi vive e chi nasce. Rit.

 

Ai preti rivolgi lo sguardo:

regala a ciascuno il coraggio

di splendere come quel raggio

che tolse l’affresco al degrado. Rit.

 

Allevia le pene più amare,

i dubbi dissolvi nel nulla.

Poiché d’ogni bene sei culla,

in Te seguitiamo a sperare. Rit.

 

(testo scritto da Alessandro Bottelli e musicato da monsignor Giuseppe Liberto)

 

Scarica il testo e la musica

alla Madonna del Santuario