Deposta la Corona d’alloro alle Lapidi dei Caduti

0
284

Domenica 9 novembre è stata celebrata in Borgo S. Caterina la Giornata di Commemorazione dei Caduti di tutte le guerre.

Il Gruppo Alpini di Borgo S. Caterina, in settimana, aveva provveduto ad esporre le bandiere tricolori sui lampioni che costeggiano la via principale e sul sagrato della parrocchiale.

IMG_3280 6

Domenica mattina prima della messa delle ore 10 un drappello di Alpini, alcuni rappresentanti di altri Corpi d’Armata, alcuni residenti e don Dario Acquaroli hanno commemorato i Caduti della Lapide posta in via Cairoli.

IMG_3273 2

In una giornata piovosa Don Dario ha rimandato il discorso alla celebrazione della Messa ricordando però che oggi anche se non viviamo la guerra  ci sono lotte che i cristiani non dovrebbero fare. Ha sollecitato quindi tutti a testimoniare la pace.

IMG_3277 2

Dopo la benedizione della Lapide e della Corona d’alloro la commemorazione si è spostata alla Chiesa parrocchiale per la Messa celebrata dal prevosto mons. Andrea Paiocchi.

Alla Messa erano presenti anche alcune personalità civili e militari.

IMG_3283 6

All’omelia il prevosto ha spiegato il significato della Dedicazione della Basilica di San Giovanni in Laterano, Cattedrale del Vescovo di Roma, e delle Letture proclamate che richiamavano la sacralità del tempio fatto di pietra ma soprattutto del tempio che è il nostro corpo, che siamo noi. Ha quindi ricordato che quest’anno ricorrono i 100 anni dall’inizio della Prima Guerra mondiale e proprio in questo giorno i 25 anni della caduta del muro di Berlino, che ha segnato la riunificazione della Germania.

Al termine della messa sul sagrato della parrocchiale, la celebrazione è continuata con l’alzabandiera. E’ seguito il messaggio di saluto di un Assessore in rappresentanza del sindaco.

Dopo la posa di una Corona d’alloro alle Lapidi e le rituali musiche in onore dei Caduti il parroco mons. Andrea ha benedetto le Lapidi.

IMG_3290 6

Presenti numerose persone e un gruppo di ragazzi della scuola media Codussi che hanno fatto da portabandiera, accompagnati dalla loro professoressa.

La manifestazione si è conclusa con l’invito del Gruppo Alpini ad un rinfresco presso la loro sede in via S. Caterina, 1.